Ne parlano solo le femministe ossessionate e le pubblicità (e South Park) ma quanti casini combinano.

– Be’, mi dispiace Wendy ma io non mi fido di una cosa che sanguina per cinque giorni e che non muore. (South Park: il film – Più grosso, più lungo & tutto intero)

In Inghilterra se c’è un argomento TOP SECRET è quello delle  mestruazioni.

Non ho mai sentito in nessuno in ufficio dire ‘Non sto bene, mi son venute le mie cose’,  neanche fra le mie colleghe più amiche (e lavoro nell’editoria, dove il 70 percento è donna). Anzi, io, che son una di quelle tipiche donne con gli ormoni in una ottovolante tutto il mese, quando ho detto ‘ I am not really well. You know. Period, migraine..’, son stata guardata con uno sguardo sopreso come se avessi detto ‘Sai, ti ho appena rubato la carta di credito’.

La mia ex manager  una volta mi disse ‘Anna you are so obsessed with your period!’ solo perché  una volta ogni tanto tiravo fuori questo fenomeno naturale, biologico che alle donne, a tutte le donne, capita una volta al mese.

Perche' son in pre-mestruo

Perche’ son in pre-mestruo

Per non dire quando, sprovvista, chiedi un assorbente. Qua in UK la tua collega o compagna di corso te lo da avvolto in un fazzoletto di carta, se non impacchettato, di nascosto, attenta che nessuno lo veda, come fosse una pastiglia di anfetamina. Per non dire delle donne che vanno con la borsa in bagno. E dire che ce le abbiamo tutte le mestruazioni. Un po’ di pudore va bene, ma che sia un tabu’ mi pare un po’ troppo.

Comunque, tutto per dire, che nessuno ne parla, ne’ qua, ne’ in Italia (se non quei giornaletti da sottosviluppate e le femministe ossessionate) ma le mestruazioni sono una grandissima rottura di scatole: son un impegno economico (avrei potuto fare il giro del mondo, dio cristo), una porta al suicidio (ormoni che si picchiano fra di loro ogni volta e ti portano in un baratro di fastidio), isteria a gratis e tanta confusione.

Non so se avro’ figli o meno nella mia vita. Non lo so.  Quando ero piccola dicevo che ne avrei avuti 4 e che se anche non avessi avuto un uomo degno, li avrei fatta comunque da sola. Ora, crescendo, non penso piu’ siano una tappa obbligata. Si, o no? Dipende da cosa succedera’.

Rimane il fatto che non capisco perché  quelli senza figli sian spesso visti come egoisti, individualisti, non disposti al sacrificio. Quanti genitori egoisti conosco? Non credo che fare figli voglia dire essere automaticamente altruisti. Se vuoi  essere altruista vai ad aiutare i figli sfortunati degli altri, e non creartene di propri, quello in fondo può essere visto come un puro atto egoista. Un bellissimo atto di duplicazione della tua specie. O no?

10432037_725353340855592_1503884353_a

Pero’ non avere figli significhera’ non dare un senso a tutta questa botta ormonale che mi perseguita da tutta la vita e mi fa diventare cosi’ patetica, depressa e grottesca una volta al mese. Uno sconquasso ormonale che mi fa piangere davanti a Masterchef e rimpiangere i più improponibili ex fidanzati e amici.  Dio non esiste ma se esiste è un biologo sadico e maschilista.

Annunci

Un pensiero su “Ne parlano solo le femministe ossessionate e le pubblicità (e South Park) ma quanti casini combinano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...